Torre dei Diamanti del Castel Gavone (o Govone) a Finale Ligure

La Torre dei Diamanti, la torre più alta del Caste Gavone che domina da secoli  che domina Finalborgo, fu costruita intorno l’anno circa 1490. Sicuramente e uno dei monumenti più belli di Finale immersi nella natura e nella ricca storia Medievale del paese e con vista che domina buona parte del territorio del Finale.

Castel gavone hdr.jpg

Listino prezzi Template per MYBLOG.IT

Rendi unico il tuo MYBLOG.IT, scegli una delle nostre offerte e in poco tempo avrai una grafica nuova per il tuo MYBLOG più accattivante e professionale a prezzi stracciati!! 

Template Standar:

immagine 1.jpg

– Modifica del CSS (aspetto del blog “colori, dimensioni layout ecc.)

– Banner in alto personalizzato

– 3 banner pubblicitari statici (dimensioni 88x15px,120x240px, 250x250px)


A soli 30€

Template Standard con menu semplice (verticale o orizzontale)

immagine 2.jpg

– Modifica del CSS (aspetto del blog “colori, dimensioni layout ecc.)

– Banner in alto personalizzato

– Menu di navigazione semplice in (CSS/HTML)

– 3 banner pubblicitari statici (dimensioni 88x15px,120x240px, 250x250px)

A soli 40€

Template Standard con menu Drop Down (menu a tendina verticale/orizzontale)

immagine 3.jpg

– Modifica del CSS (aspetto del blog “colori, dimensioni layout ecc.)

– Banner in alto personalizzato

– Menu di navigazione Drop Down in (CSS/HTML)

– 3 banner pubblicitari statici (dimensioni 88x15px,120x240px, 250x250px)

A soli 50€

Template Elaborato

immagine 4.jpg

– Modifica del CSS (aspetto del blog “colori, dimensioni layout ecc.)

– Banner in alto personalizzato

– Menu di navigazione Drop Down in (CSS/HTML)

– Secondo menu a icone incorporato nel Banner in alto (per Facebook, youtube , Twitter  ecc.)

– Unita pubblicitaria incorporata nel Banner in alto

– 3 banner pubblicitari statici (dimensioni 88x15px,120x240px, 250x250px)

A soli 80€

Template Dinamico (realizzato in flash)

In fase di sviluppo

Tutorial Fotoritocco: Impariamo ha utilizzare l’effetto Viraggio HDR di Photoshop CS5.

Per gli amanti della fotografia, come il sottoscritto, questo effetto può rendere le nostre fotografie molto simile a quelle professionali anche per chi utilizza macchine fotografiche non proprio professionali.

tutorial,foto,fotoritocco,fotografia, photoshop cs5, viraggi HDR,HDR,PS HDRChe cose il HDR? Non ve lo sto a spiegare potete trovare tutte le informazioni qui su Wikipedia.

Se avete letto, avrete capito che è una tecnica di elaborazione fotografica digitale che “mescola” insieme un’identica foto con varie esposizioni dando cosi la totale liberta di controllare le luci, le ombre, i dettagli ecc.

Con Photoshop CS5 si può andare sfruttare il HDR anche con una sola foto non si deve fare altro che andare sul men in alto Immagine-> Regolazioni-> viraggio HDR.

Vi comparirà questa finestra

imm1.png

Ha dei settaggi predefiniti che danno vari effetti:

Nel video vi ho illustrato velocemente alcuni settaggi preimpostati, ora in questo secondo video vi mostrerò velocemente come utilizzare le scelte manuali.


Grafica 3D:Google Earth

google-earth4.jpgGoogle Earth è un potente programma gratuito di grafica tridimensionale per generare immagini virtuali della Terra basandosi su rilievi satellitari forniti dalla NASA, in grado di fornire risultati dettagliati e di elevata qualità. Gli utenti possono così contare su uno strumento per sorvolare in modo simulato il nostro pianeta e raggiungere in pochi istanti qualsiasi luogo per apprezzarne la visione di mappe, terreni, mari, fondali oceanici ed edifici 3D.

L’esplorazione dei contenuti geografici avviene secondo diverse modalità e si ha anche la possibilità di addentrarsi nello spazio remoto per visitare Luna, Marte e galassie. È inoltre presente un vasto archivio di immagini storiche e viaggi predefiniti accompagnati da registrazioni audio, il quale assume un notevole rilievo anche in termini didattici.

La versione 6 di Google Earth ha inoltre introdotto l’integrazione del servizio Google Street View per rendere ancora più coinvolgente l’esperienza d’uso, grazie alla possibilità di posarsi con un semplice comando su una determinata strada per avviarsi lungo un percorso. Ciò consente agli utenti di godersi le immagini generate dall’applicativo in massima libertà e con un grado di assoluto realismo, potendo al contempo memorizzare i luoghi visitati nel corso dei propri viaggi virtuali e successivamente condividerli con altri utilizzatori. Uno degli aspetti che spiccano al primo avvio di Google Earth concerne la grande semplicità con la quale si riesce ad interagire sia con i menu che con i controlli di navigazione.

Download

fonte:html.it

Programma grafica vettoriale:Inkscape

100131_inkscape_logo.pngInkscape è un software dedicato agli appassionati di grafica vettoriale, il quale si pone in evidenza per le specifiche avanzate e l’immediatezza d’uso. Il suo sviluppo fa parte di un progetto open source ed è pertanto utilizzabile liberamente, potendo oltretutto contare su una comunità internazionale d’utenti i quali contribuiscono a migliorarne le caratteristiche. Si tratta pertanto di un valido supporto rivolto non solo a chi abbia già conoscenze specifiche in materia, rivelandosi come possibile alternativa ad applicativi commerciali come CorelDraw, Illustrator e FreeHand, ma anche alle persone che desiderino avvicinarsi al disegno vettoriale in modo semplice ed intuitivo.

Inkscape soddisfa pienamente gli standard W3C XML, CSS2 e Scalable Vector Graphics (SVG) e si presta perciò per la gestione di linee, curve, semplici figure base, testi, trasformazioni, gruppi, gradienti, livelli, nodi ed altro ancora. È quindi possibile impiegarlo in diversi ambiti progettuali, come ad esempio loghi, banner e strutture da pubblicare in siti Internet. Il programma è inoltre compatibile con numerosi formati grafici, tra i quali si segnalano i diffusi JPEG, TIFF, BMP, PNG e PostScript, riuscendo così ad utilizzarlo per scambiare facilmente dati anche con altre applicazioni.

L’interfaccia utente di Inkscape appare piuttosto intuitiva per agevolare l’accesso alle sue opzioni principali anche a chi non abbia in precedenza mai utilizzato software di grafica vettoriale, merito anche della presenza della localizzazione in lingua italiana. Oltre ai tipici menu a tendina si apprezza la disponibilità di una nutrita barra degli strumenti, la quale consente di richiamare i comandi più significativi con l’ausilio di comode icone. Centralmente spicca un’ampia area di lavoro, dove si possono utilizzare i tool disposti nelle barre verticali collocate nelle parti sinistra e destra per la creazione dei propri disegni. Inferiormente sono presenti la palette di colori e una barra di stato la quale ha il compito di fornire informazioni come le coordinate del cursore, una lista per muoversi rapidamente tra i livelli, un comando per rendere o meno visibile il livello sul quale si sta lavorando, una funzione di blocco o sblocco dei livelli stessi e un’area destinata a notifiche relative agli strumenti in uso.

 

La semplicità d’uso costituisce dunque uno dei punti fermi di Inkscape, aspetto che consente di raggiungere una buona fluidità di lavoro, lasciando tra l’altro ampio spazio alla personalizzazione per adattarlo alle singole esigenze applicative. Oltre alla documentazione che accompagna il programma, nel sito di riferimento del progetto e sul Web sono reperibili esempi d’uso, tutorial, e approfondimenti di vario genere, i quali possono risultare utili ad ogni livello d’utenza. Sono anche disponibili un’area wiki dove si possono conoscere meglio le peculiarità del programma e una guida dettagliata in lingua italiana, la quale affronta in modo esaustivo le opzioni implementate sia a livello base che avanzato.

Inkscape consente di creare un numero elevato di documenti grafici e per rendersene conto basta selezionare la voce “Nuovo” del menu “File”, dove ci si trova davanti ad un lungo elenco di formati già impostati, comprendente ad esempio il semplice A4, il biglietto da visita, l’icona da 16×16 a 64×64 punti, il desktop con risoluzione sino a 1.600x.1.200, il web banner e il full HD video (1.920×1.080). E ciò sempre nell’ottica di facilitare la progettazione da parte degli utilizzatori, lasciando al tempo stesso grande libertà nella modifica delle impostazioni principali.

A tal proposito vi è il pannello delle preferenze per consentire la variazione di numerosi parametri inerenti strumenti, selezioni, trasformazioni, cloni, maschere, filtri, colori, griglie, SVG, importazioni, esportazioni, interfaccia e correttore ortografico. Per quanto riguarda i singoli strumenti vi è la possibilità di intervenire su elementi come selettori, nodi, ritocchi, spray, rettangoli, solidi 3D, ellissi, spirali, pastelli, penne, secchielli, gomme, testi, gradienti e contagocce, a dimostrazione di come si possano adattare le impostazioni secondo svariati criteri d’utilizzo.

In tema di usabilità ai comandi principali sono assegnati comode scorciatoie da tastiera, mediante le quali si può riuscire a rendere più snello il flusso di lavoro, soprattutto per quanto concerne l’uso intensivo dell’applicativo. Fra gli strumenti inclusi inInkscape si apprezzano in particolare i tracciati con le funzioni di intrusione ed estrusione, l’opzione diesportazione bitmap, il ricco set di filtri con tanto di editor e un generoso elenco dicomponenti aggiuntivi per estenderne le funzionalità.

DOWNLOAD

fonte:HTML.it