Archivi tag: programmi

Trasforma le tue foto in disegni a matita

Yes, eccoci qui di nuovo insieme con un altro bellissimo software tutto da provare. Si tratta di FotoSketcher un software gratuito ( in lingua inglese ), in grado di trasformare le nostre fotografie in disegni, schizzi, dipinti e altro ancora. FotoSketcher offre diversi stili di disegno: a china, a matita e vari tipi di dipinto tradizionale (con olio e tempere). Innumerevoli sono gli effetti che potrete dare alle vostre foto regolando i vari parametri come intensità, colore, luminosità e molto molto altro. Beh, che altro dire, buon divertimento a tutti!


FotoSketcher  fotosketcher.png

Dimensione : 11.0 MB

Lingua: Inglese

Licenza: Gratis

OS: Win98/98SE/Me/2000/XP/Vista

DOWNLOAD QUI

Programma:FotoMorph 13.6

fotomorph11.jpgFotoMorph è uno strumento gratuito per realizzare morphing tra immagini e foto con origini diverse. L’interfaccia risulta amichevole per facilitare le transizioni graduali da un’immagine all’altra, con un effetto che appare piuttosto convincente.

La creazione di un’animazione avviene attraverso due semplici passaggi, importando prima le foto desiderate, evidenziandone le porzioni da esaminare e definendo successivamente i movimenti da eseguire mediante la selezione di specifici punti.

Il motore di rendering di FotoMorph trae vantaggio dalla presenza di accelerazione hardware, riuscendo così ad incrementare notevolmente il numero di frame per secondo che possono essere gestiti attraverso schede video dedicate. Sono supportati diversi formati grafici: BMP, JPEG, PNG, TIFF e GIF. I lavori sono esportabili come GIF animati, AVI, filmati Flash, screensaver e file indipendenti di tipo eseguibile.

Vi è inoltre la possibilità di stampare il frame corrente, potendo fruire di una comoda anteprima secondo la logica WYSIWYG, che riproduce ciò che si sta effettivamente visualizzando a schermo.

Download

fonte:html.it

Programma grafica vettoriale:Inkscape

100131_inkscape_logo.pngInkscape è un software dedicato agli appassionati di grafica vettoriale, il quale si pone in evidenza per le specifiche avanzate e l’immediatezza d’uso. Il suo sviluppo fa parte di un progetto open source ed è pertanto utilizzabile liberamente, potendo oltretutto contare su una comunità internazionale d’utenti i quali contribuiscono a migliorarne le caratteristiche. Si tratta pertanto di un valido supporto rivolto non solo a chi abbia già conoscenze specifiche in materia, rivelandosi come possibile alternativa ad applicativi commerciali come CorelDraw, Illustrator e FreeHand, ma anche alle persone che desiderino avvicinarsi al disegno vettoriale in modo semplice ed intuitivo.

Inkscape soddisfa pienamente gli standard W3C XML, CSS2 e Scalable Vector Graphics (SVG) e si presta perciò per la gestione di linee, curve, semplici figure base, testi, trasformazioni, gruppi, gradienti, livelli, nodi ed altro ancora. È quindi possibile impiegarlo in diversi ambiti progettuali, come ad esempio loghi, banner e strutture da pubblicare in siti Internet. Il programma è inoltre compatibile con numerosi formati grafici, tra i quali si segnalano i diffusi JPEG, TIFF, BMP, PNG e PostScript, riuscendo così ad utilizzarlo per scambiare facilmente dati anche con altre applicazioni.

L’interfaccia utente di Inkscape appare piuttosto intuitiva per agevolare l’accesso alle sue opzioni principali anche a chi non abbia in precedenza mai utilizzato software di grafica vettoriale, merito anche della presenza della localizzazione in lingua italiana. Oltre ai tipici menu a tendina si apprezza la disponibilità di una nutrita barra degli strumenti, la quale consente di richiamare i comandi più significativi con l’ausilio di comode icone. Centralmente spicca un’ampia area di lavoro, dove si possono utilizzare i tool disposti nelle barre verticali collocate nelle parti sinistra e destra per la creazione dei propri disegni. Inferiormente sono presenti la palette di colori e una barra di stato la quale ha il compito di fornire informazioni come le coordinate del cursore, una lista per muoversi rapidamente tra i livelli, un comando per rendere o meno visibile il livello sul quale si sta lavorando, una funzione di blocco o sblocco dei livelli stessi e un’area destinata a notifiche relative agli strumenti in uso.

 

La semplicità d’uso costituisce dunque uno dei punti fermi di Inkscape, aspetto che consente di raggiungere una buona fluidità di lavoro, lasciando tra l’altro ampio spazio alla personalizzazione per adattarlo alle singole esigenze applicative. Oltre alla documentazione che accompagna il programma, nel sito di riferimento del progetto e sul Web sono reperibili esempi d’uso, tutorial, e approfondimenti di vario genere, i quali possono risultare utili ad ogni livello d’utenza. Sono anche disponibili un’area wiki dove si possono conoscere meglio le peculiarità del programma e una guida dettagliata in lingua italiana, la quale affronta in modo esaustivo le opzioni implementate sia a livello base che avanzato.

Inkscape consente di creare un numero elevato di documenti grafici e per rendersene conto basta selezionare la voce “Nuovo” del menu “File”, dove ci si trova davanti ad un lungo elenco di formati già impostati, comprendente ad esempio il semplice A4, il biglietto da visita, l’icona da 16×16 a 64×64 punti, il desktop con risoluzione sino a 1.600x.1.200, il web banner e il full HD video (1.920×1.080). E ciò sempre nell’ottica di facilitare la progettazione da parte degli utilizzatori, lasciando al tempo stesso grande libertà nella modifica delle impostazioni principali.

A tal proposito vi è il pannello delle preferenze per consentire la variazione di numerosi parametri inerenti strumenti, selezioni, trasformazioni, cloni, maschere, filtri, colori, griglie, SVG, importazioni, esportazioni, interfaccia e correttore ortografico. Per quanto riguarda i singoli strumenti vi è la possibilità di intervenire su elementi come selettori, nodi, ritocchi, spray, rettangoli, solidi 3D, ellissi, spirali, pastelli, penne, secchielli, gomme, testi, gradienti e contagocce, a dimostrazione di come si possano adattare le impostazioni secondo svariati criteri d’utilizzo.

In tema di usabilità ai comandi principali sono assegnati comode scorciatoie da tastiera, mediante le quali si può riuscire a rendere più snello il flusso di lavoro, soprattutto per quanto concerne l’uso intensivo dell’applicativo. Fra gli strumenti inclusi inInkscape si apprezzano in particolare i tracciati con le funzioni di intrusione ed estrusione, l’opzione diesportazione bitmap, il ricco set di filtri con tanto di editor e un generoso elenco dicomponenti aggiuntivi per estenderne le funzionalità.

DOWNLOAD

fonte:HTML.it