Archivi tag: software 3d

Software di Grafica 3D: Blender

LogoBlender.jpgBlender è un software piuttosto noto nel campo della grafica digitale, in particolar modo nella categoria della grafica 3D. L’applicazione rappresenta una valida alternativa a tutti i più importanti nomi in circolazione, rispetto ai quali riesce a fornire prestazioni più che accettabili e strumenti in grado di offrire funzionalità avanzate. Ma soprattutto, Blender ha nel prezzo uno dei propri punti di forza: esso è infatti disponibile in via del tutto gratuita, grazie alla licenza open source con la quale il team di sviluppo ha deciso di distribuire tale software ai propri utenti.

La natura gratuita di Blender non deve tuttavia lasciar pensare ad un software di basso livello, poco curato oppure dotato di scarsa assistenza online. L’applicazione mette infatti a disposizione potenti strumenti di modellazione in tre dimensioni, con la possibilità di ottenere prodotti finali qualitativamente paragonabili a quelli realizzate mediante costose applicazioni utilizzate in ambienti professionali. Blender, del resto, è riuscito a distinguersi in numerosi contesti, in diversi casi anche in ambienti aziendali, proponendosi come alternativa decisamente più economica ma non per questo di minor livello. Ad oggi, questo applicativo viene utilizzato anche nella creazione di videogame, soprattutto grazie ad apposite funzionalità che vengono incontro agli sviluppatori nella realizzazione degli ambienti grafici per i propri titoli.

Grazie a Blender è possibile modellare un oggetto 3D, arricchirlo con una serie di animazioni in grado di rispondere alle più diverse esigenze di creazione, effettuare il rendering dei propri elaborati e passare poi alla fase di post-produzione video. Tutte queste opportunità vengono rese disponibili grazie ad una ricca collezione di tool, sia basilari che avanzati, integrati all’interno del software ed accessibili in pochi click. L’esportazione può avvenire poi in maniera piuttosto semplice, con un buon livello di compatibilità verso i formati di file più utilizzati nel settore.

La modellazione di solidi, ad esempio, può essere effettuata andando a gestire tutta una lunga serie di parametri ed informazioni circa quanto si sta realizzando, fornendo nelle mani degli utenti il pieno controllo dell’oggetto. Ad ognuno di quelli realizzati è inoltre possibile aggiungere texture per simulare specifici materiali ed offrire di fatto maggiore somiglianza con i corrispettivi reali. Le texture possono essere non procedurali, ovvero ottenute mediante l’utilizzo di immagini e filmati, oppure procedurali, ovvero realizzate grazie all’utilizzo di apposite formule matematiche. In entrambi i casi, esse consentono di migliorare notevolmente il realismo di quanto realizzato.

Il motore di rendering, invece, offre prestazioni piuttosto buone in numerosi contesti operativi, benché per realizzare composizioni abbastanza complicate siano necessarie dotazioni hardware di adeguato livello. Le animazioni possono essere realizzate utilizzando appositi script in linguaggio Python, con la possibilità di realizzarne di propri per personalizzare ulteriormente il comportamento degli oggetti realizzati in precedenza ed ottenere così i risultati desiderati.

Grazie a Blender è quindi possibile realizzare numerose tipologie di elaborati tridimensionali: si va dai semplici loghi in 3D ad interi filmati o cortometraggi in tre dimensioni, arrivando poi a complessi videogame appartenenti ai più disparati settori di gioco. Blender, insomma, benché gratuito è riuscito ad emergere in un settore ricco di nomi il cui blasone è sicuramente superiore, ma non per questo caratterizzati da un maggiore livello qualitativo.

Blender è dunque un software da tenere sicuramente in considerazione qualora si intenda abbracciare l’arte della grafica 3D, benché sia necessario non tralasciare un fattore fondamentale: uno dei principali difetti di questo software risiede nell’interfaccia grafica, da lungo tempo criticata su numerosi fronti e non in grado di venire incontro agli utenti meno esperti in termini di usabilità. Nel complesso, infatti, l’interfaccia di Blender risulta essere articolata in complicati menu e non tutti gli strumenti risultano essere immediatamente accessibili, motivo per cui è necessario un certo periodo di ambientamento prima di poterne apprezzare a pieno tutte le potenzialità. Dopo qualche tempo è tuttavia possibile utilizzare Blender in maniera fluida ed efficiente.

Download

di Redazione HTML.it